Ente accreditato

ORIENTAMENTO A.S. 2021-2022

> LINK del MIUR per

iscrizioni ONLINE

MATERIALE ORIENTAMENTO

> LOCANDINA

> BROCHURE

> SINTESI PROGETTI / ATTIVITA'

> ABSTRACT PTOF

> VIDEO PROGETTI / ATTIVITA'

1 - 2 - 3( A / B)- 4 - 5 - 6 - 7 - 8

- Fumetti in Latino (III B Classico):

1 - 2

-Seneca e la concezione del

tempo (sito web V A Classico)

> TESTIMONIANZE EX ALUNNI

1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6 - 7 - 8 - 9

Feedback Accessibilità
Notte del Liceo 2020
Mostra d'arte digitale
TeamViewer

TeamViewer

Login



Utility

RE Famiglie

RE Docenti

Sportello Digitale

What do you want to do ?
New mail
What do you want to do ?
New mail
What do you want to do ?
New mail
Home
Indice
Titolo 8 Assemblee
assemblee 1
assemblee 2
Tutte le pagine



Art. 61Assemblee studentesche di Istituto. Le assemblee studentesche di Istituto sono disciplinate dal D.L./vo 16 Aprile 1994 n. 297 (Art. 12 comma 1; Art. 13 commi 1-2-3-4-5-6-7-8-; Art. 14 commi 1-2-3-4-5); dalla C.M. 27 dicembre 1979, n. 312; dal D.P.R. 416 del 31/05/1974, artt. 43 e 44; dal D.P.R. n. 417 del 31 Maggio 1974, art.3.

Art. 62 – Le assemblee studentesche di Istituto sono inoltre disciplinate, nel loro svolgimento, dal seguente regolamento:

Regolamento dell’Assemblea d’Istituto degli Studenti

1. La partecipazione all’Assemblea studentesca d’Istituto è un diritto. Questa viene tenuta nei locali scolastici (Liceo Classico – Aula Magna; Liceo Scientifico – P.zza Gramsci e C/da Rasola; Sez. Associata S.Piero Patti – locali scolastici) e può articolarsi per classi parallele e per corsi in relazione al numero degli alunni ed alla disponibilità dei locali. I rappresentanti degli studenti nei consigli di classe possono esprimere un comitato studentesco d’istituto e possono formulare pareri direttamente al Consiglio d’Istituto. La richiesta di assemblea va presentata cinque giorni prima del suo svolgimento con o.d.g. chiaro e deve essere controfirmata dalla maggioranza dei rappresentanti delle classi. La raccolta di firme per la convocazione dell’assemblea deve rispettare la libertà di decisione degli studenti. La richiesta, una volta che sia stata concessa la formale autorizzazione dal Dirigente Scolastico, deve essere affissa in fotocopia all’albo di ciascun plesso scolastico. 

2. A condurre l’assemblea dovranno prendere posto solo ed esclusivamente gli organizzatori, il presidente moderatore ed un segretario che durano in carica un anno. Gli studenti interessati ad intervenire chiederanno la parola per alzata di mano; una volta ottenuta la parola, si recheranno ad uno ad uno al banco degli organizzatori ed esporranno a tutta l’assemblea il proprio discorso. Al termine si recheranno al posto. Tutte le opinioni devono essere rispettate e non soffocate indebitamente. A conclusione, se c’è da votare, si delibererà, anche rispettando le minoranze.

3. La durata dell’assemblea non potrà superare le ore di lezione di una giornata. Qualora essa dovesse concludersi prima, esaurita la trattazione degli argomenti all’O.d.g., gli studenti rientreranno nelle loro classi e riprenderanno la didattica dell’ora.

4. Dalla sala dell’Assemblea non si potrà uscire se non per casi particolari o urgenti e comunque non si potrà deambulare per i corridoi dei plessi o stazionare nelle aule.

5. Gli assenti, sin dall’inizio della mattinata, verranno segnati sul verbale.

6. E’ vietato, nell’interesse comune, svolgere attività estranee all’Assemblea che disturbino l’attenzione dei partecipanti. E’, altresì, vietato mangiare durante l’assemblea anche allo scopo di mantenere le sale e gli spazi utilizzati puliti; al termine della stessa i partecipanti dovranno lasciare in ordine i locali.

7. Il Dirigente Scolastico o il docente delegato ha potere di intervenire nei casi di violazione del regolamento o di constatare impossibilità di ordinato svolgimento dell’assemblea (art. 44, ultimo comma D.P.R. 416) con conseguente sospensione dei lavori.

8. E’ compito degli organizzatori rivedere, correggere ed approvare il verbale; il documento dovrà risultare chiaro ed esauriente, mirante a proporre agli OO.CC. suggerimenti atti al miglioramento comportamentale, disciplinare ed educativo da parte della componente studentesca; infine, tale documento dovrà essere dattiloscritto dagli organizzatori e trasmesso al Preside.